RAPPORTI SCUOLA-FAMIGLIA

     Il Liceo ritiene fondamentale, sul piano educativo, un corretto rapporto di collaborazione con le famiglie, che restano le principali titolari del processo educativo dei figli.

Il costante rapporto con i genitori degli alunni favorisce interventi tempestivi sul piano didattico e formativo, in particolare si prevedono:

  • un piano organico di colloqui settimanali con i docenti delle singole discipline in orario scolastico antimeridiano;

  • ricevimenti generali con la presenza contemporanea di tutti i docenti;

  • l’apertura dell’Istituto per favorire gli incontri dei genitori che ne facciano richiesta attraverso i rappresentanti di classe;

  • la libertà di partecipazione dei genitori ad alcune attività complementari ed integrative

     L'Associazione Genitori è aperta a tutti i genitori che, con la loro partecipazione, porteranno un contributo concreto alla soluzione dei problemi e delle esigenze dell'Istituto.

     L'Associazione degli ex allievi dell'Istituto A.C.A.L.I. raccoglie tutti gli ex iscritti che vogliono impegnarsi nella promozione del Liceo e nel fornire un aiuto concreto a chi ancora lo frequenta. L'A.C.A.L.I. ha inoltre istituito una borsa di studio annuale per uno studente meritevole che prosegue negli Studi universitari.

 

A conferma di quanto sopra, il Liceo, al momento dell'iscrizione, chiede a tutti gli studenti e alle loro famiglie la firma del seguente

"Patto educativo di corresponsabilità"

La scuola può svolgere efficacemente la sua funzione educativa solo se tutti i protagonisti dell’azione formativa – studenti, famiglie, docenti e tutto il personale – collaborano nella piena condivisione degli obiettivi da raggiungere insieme.

Il “patto educativo di corresponsabilità” si propone di rendere esplicita l’alleanza educativa fra scuola e famiglia e di favorire la collaborazione di tutti secondo i ruoli e le responsabilità di ognuno.

In particolare scuola e famiglia si impegnano, secondo i propri ruoli specifici, sui seguenti punti:

a. Comunicazione reciproca.

Il dialogo franco, aperto, attento all’ascolto e rispettoso dell’altro, è alla base di ogni collaborazione. Il percorso educativo è equilibrato solo se le inevitabili difficoltà sono affrontate apertamente e serenamente. I problemi non si risolvono drammatizzando o “facendo finta di niente”, ma solo scegliendo la via del confronto nella fiducia reciproca.

a. Offerta formativa

La scuola coinvolge gli studenti e le famiglie nell’elaborazione del Piano dell’Offerta Formativa. Gli studenti e i genitori si informano sui contenuti del P.O.F. e sui diritti e doveri stabiliti nel Regolamento di Istituto (La Carta dei Diritti e dei Doveri).

a. Percorso didattico

La scuola favorisce l’impegno nello studio e aiuta gli studenti in difficoltà con gli interventi di sostegno e recupero compatibili con le risorse finanziare a disposizione. Gli studenti partecipano attivamente al dialogo educativo. I genitori seguono il percorso scolastico dei figli, informandosi sul loro profitto e sui loro progressi, per sostenerli nel cammino dell’autonomia in una fase delicata della crescita personale.

a. Comportamento

La scuola e la famiglia concordano sulla necessità di un’azione educativa comune e convergente sul rispetto delle regole di civile convivenza stabilite nella Carta dei Diritti e dei Doveri del Liceo (Regolamento di Istituto), come:

rispetto delle persone e dell’ambiente scolastico;

rispetto della puntualità e assiduità nello svolgimento delle attività didattiche;

uso di abbigliamento, linguaggio e modalità di comunicazione adeguati all’ambiente scolastico;

divieto dell’uso di telefoni cellulari e altri apparati tecnologici personali durante le lezioni;

divieto di fumare.

In particolare si pattuisce:

il risarcimento personale e/o collettivo di eventuali danni provocati colpevolmente alla scuola o ad altre strutture utilizzate nelle diverse attività didattiche;

l’impegno dei genitori a intervenire di persona, su richiesta della scuola, anche nel caso di visite e viaggi di istruzione – non esclusa l’eventualità di ricondurre a casa con mezzi propri il/la figlio/a – qualora si verifichino comportamenti potenzialmente lesivi dell’incolumità propria o altrui.

 

Il “Patto educativo di corresponsabilità” è sottoscritto dalla scuola, dalla famiglia e dallo studente. La mancata sottoscrizione da parte della famiglia e/o dello studente, venendo meno il rapporto di reciproca fiducia, comporta l’esclusione da tutte le attività extracurricolari integrative proposte nel P.O.F. del Liceo.